Crea sito

Un nuovo circuito cerebrale che controlla la paura è stato identificato nei topi

boli-1162015

 

 

Ricercatori  del Cold Spring Arbor di New York hanno scoperto nel cervello dei topi  un circuito che  interviene nello scatenare la paura e la memoria di questa esperienza.  Questo potrebbe rappresentare un nuovo punto di partenza per studiare altre terapie per i disturbi di ansia.  La paura e’ una esperienza normale per tutti noi ma diventa patologica  nei milioni di persone (solo 40 milioni negli Stati Uniti) che soffrono di disturbi di ansia e di fobie. I punti rossi della figura sono i neuroni identificati con una particolare tecnica messa a punto dai ricercatori, che ha permesso di tracciare il circuito neuronale tra due regioni del cervello , il Nucleo Paraventrale del Talamo e l’ Amigdala. PVT e CEL.

I ricercatori hanno evidenziato che l’aggiunta di BDNF , il fattore di crescita neuronale scoperto da Rita Levi Montalcini ,nell’amigdala centrale attiva i suoi neuroni, innescando una risposta di paura negli animali che non sono stati precedentemente esposti ad uno stimolo pauroso, e promuovendo la formazione del ricordo della paura a lungo termine.

Il lavoro e’ stato pubblicato online su Nature il 19 gennaio 2015.

Gli autori sono: Mario Penzo, Vincent Robert, Jason Tucciarone, Dimitri De Bundel, Minghui Wang, Linda Van Aelst, Martin Darvas, Luis Parada , Richard Palmiter, Miao Egli, Z. Josh Huang, e Bo Li.

http://dx.doi.org/10.1038/nature13978